La biblioteca che vorrei. Spazi, creatività, partecipazione

La biblioteca che vorrei Spazi creativit partecipazione Questo libro vuole guardare al futuro delle biblioteche italiane con occhi nuovi la biblioteca infatti ben pi ricca accogliente intelligente di qualsiasi smartphone A condizione che sappia provare o

  • Title: La biblioteca che vorrei. Spazi, creatività, partecipazione
  • Author: Antonella Agnoli
  • ISBN: 8870757684
  • Page: 215
  • Format:
  • Questo libro vuole guardare al futuro delle biblioteche italiane con occhi nuovi la biblioteca infatti ben pi ricca, accogliente, intelligente di qualsiasi smartphone A condizione che sappia provare ogni giorno, nel suo funzionamento, che gli ideali di democrazia a cui storicamente si ispira sono reali Se vuole contribuire ai processi di inclusione e di coesione sociale, se vuole attivare energie nella comunit , non pu essere costruita e gestita dall alto deve mettersi all ascolto dei cittadini Solo questo ci dar una biblioteca utile, amichevole, diversa negli spazi e nel personale, dove poter fare l esperienza di leggere, discutere, produrre cultura insieme.

    • [PDF] ✓ Free Download Ê La biblioteca che vorrei. Spazi, creatività, partecipazione : by Antonella Agnoli ✓
      215 Antonella Agnoli
    • thumbnail Title: [PDF] ✓ Free Download Ê La biblioteca che vorrei. Spazi, creatività, partecipazione : by Antonella Agnoli ✓
      Posted by:Antonella Agnoli
      Published :2019-09-01T11:05:43+00:00


    About “Antonella Agnoli

    • Antonella Agnoli

      Antonella Agnoli Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the La biblioteca che vorrei. Spazi, creatività, partecipazione book, this is one of the most wanted Antonella Agnoli author readers around the world.



    180 thoughts on “La biblioteca che vorrei. Spazi, creatività, partecipazione

    • Mi riconosco in gran parte delle cose dette. Anche il condizionale del titolo è significativo perché molto spesso il desiderio di fare e di proporre (da parte di noi bibliotecari), si scontra spesso e volentieri con, diciamo, una certa insensibilità da parte degli amministratori pubblici che investono poco e male sulle biblioteche.


    • La Agnoli conferma la sua conoscenza in questo ambito. Preziosi spunti per i bibliotecari che si accingono ad intraprendere un trasferimento.


    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *